lunedì, settembre 5

Non incolpare nessuno

Non incolpare nessuno,
non lamentarti mai di nessuno, di niente,
perché in fondo
Tu hai fatto quello che volevi nella vita.

Accetta la difficoltà di costruire te stesso
ed il valore di cominciare a correggerti.
Il trionfo del vero uomo
proviene delle ceneri del suo errore.

Non lamentarti mai della tua solitudine o della tua sorte,
affrontala con valore e accettala.
In un modo o in un altro
è il risultato delle tue azioni e la prova
che Tu sempre devi vincere.

Non amareggiarti del tuo fallimento
nè attribuirlo agli altri.

Accettati adesso
o continuerai a giustificarti come un bimbo.
Ricordati che qualsiasi momento è buono per cominciare
e che nessuno é così terribile per cedere.

Non dimenticare
che la causa del tuo presente é il tuo passato,
come la causa del tuo futuro sarà il tuo presente.

Apprendi dagli audaci,
dai forti
da chi non accetta compromessi,
da chi vivrà malgrado tutto
pensa meno ai tuoi problemi
e piú al tuo lavoro.

I tuoi problemi, senza alimentarli, moriranno.
Impara a nascere dal dolore
e ad essere piú grande, che è
il più grande degli ostacoli.

Guarda te stesso allo specchio
e sarai libero e forte
e finirai di essere una marionetta delle circostanze,
perché tu stesso sei il tuo destino.

Alzati e guarda il sole nelle mattine
e respira la luce dell’alba.
Tu sei la parte della forza della tua vita.
Adesso svegliati, combatti, cammina,
deciditi e trionferai nella vita;
Non pensare mai al destino,
perché il destino
è il pretesto dei falliti.
 

Pablo Neruda

21 commenti:

Eva ha detto...

Ho letto qui e ora una cosa che oggi mi sarà utile per far riflettere una persona molto cara, molto timorosa di vivere.
Grazie.

UIFPW08 ha detto...

E' un piacere leggere Neruda.. da tegrazie
Maurizio

Lila ha detto...

@ Eva
benvenuta.
Questa poesia, che non conoscevo, sarà molto utile anche a me.. e a tanti. Grazie a te :)


@ Maurizio
Come sempre, grazie a te della visita :)
Neruda ha del fantastico.

Rory ha detto...

Splendida questa poesia. Io amo Neruda e tempo fa anch'io ne ho postata una sul mio blog. Anzi, mò me la vado a rileggere...:-)

TuristadiMestiere ha detto...

tu stesso sei il tuo destino. Me la dovrei scrivere su un pezzetto di carta e portarla sempre con me, per non dimenticarlo mai...

Lila ha detto...

@ Rori
e io me la vengo a cercare, la poesia :)


@ Turista di Mestiere
appassionante eh? uno stimolo eccellente questa poesia :)

Rory ha detto...

Con la scusa di cercartela me la sono riletta due volte. Te la lascio! :-)
Grazie. :-)

http://mammanonbasta.blogspot.com/2011/01/il-tuo-sorriso.html

Lila ha detto...

@ Rori
grazie :)
letta e commentata !

Rory ha detto...

Visto e risposto! :-)
Buona giornata.

Cavaliere oscuro del web ha detto...

Grande Neruda. Grazie per gli auguri e ti auguro un buon pomeriggio. Saluti a presto.

Lila ha detto...

@ cavaliere oscuro del web
a presto


@ Rory
:)

ZOVIRAX ha detto...

Pablo mi piace da sempre, nelle poesie d'amore e' molto vicino alla mia sensibilità sull'argomento. Ma e' lontano da questi versi: molti hanno scritto "ex cattedra" della vita e del modo di viverla, poi hanno fatto l'opposto! Tutti o quasi, poeti o no, letterati o meno. Io non credo a questo tipo di lezioni pero' mi diverte malinconicamente leggerne. Magari in attesa che anch'io detti la mia lectio magistralis. Dopo averla puntualmente disattesa.

Madama Dorè ha detto...

Bellissima ricetta da tenere sul frigo...e consultare spesso. Un abbraccio e grazie.

Lila ha detto...

@ Zovirax
conosci Neruda meglio di me, se sai che è lontano da questi versi. io peraltro li trovo validi e, secondo il principio del buon Snoopy, cito la saggezza dove la trovo. Non è mica facile essere allineati con le cose inteeligenti che si dicono!
Non credi?


@ Madama Dorè
grazie a te, sempre :)
anche a me è piaciuta molto.
Un abbraccio

TuristadiMestiere ha detto...

ripasso per un saluto e per rinfrescare la memoria sul passo di Neruda che mi è piaciuto di più! ;)

Lila ha detto...

@ Turista di Mestiere
:)
un saluto a te, è sempre un piacere :)

ZOVIRAX ha detto...

Lila mi spiace se il mio intervento ti ha "disturbato" ma io sui blog dico sempre quel che penso e non credo che un'opinione difforme dalla quasi unanimità possa essere considerata un gesto poco educato verso chi ha scritto il post. Non credi? Perchè pensi che io conosca Neruda meglio di te? Non essere stizzita, non ne vale la pena con me. Ciao

Lila ha detto...

@ Zovirax
a me dispiace che tu l'abbia presa per una risposta stizzita. Con educazione si può sempre esprimere la propria opinione, ed io rispetto la tua. Ma quando scrivo che forse conosci Neruda meglio di me, sono seria. Di lui non so nulla, e conosco poche poesie. Mi pareva d'aver capito che tu ne sapessi di più.

Mobu ha detto...

"...il destino e' il pretesto dei falliti...".
Mmm
Forse per quelli che non fanno abbastanza per cambiarlo.
:))
Un abbracccionnneeee
Mobu
p.s. per il resto vale tutto quello che ho scritto da Madama

Lila ha detto...

@ Mobu
Bentornato!!!!
per il destino come pretesto dei falliti, credo voglia intendersi quelli che si giustificano dando la colpa al destino, come se fosse qualcosa che non dipende da loro :)
io almeno l'ho capita così :D

Mobu ha detto...

Si! E' cosi' ma anche qualcosa di piu'...
:)
ciauu
e grazie
:)
Mobu