mercoledì, ottobre 26

Non tornare a dormire

Un pensiero per ricordare. Che la Via prosegue passo dopo passo, anche quando sembra che non ci sia niente davanti, e niente alle spalle. Che non ci sia nemmeno il sentiero.  Nemmeno i piedi. 
Eppure, ti era sembrato che la via avesse un cuore, come diceva Castaneda. Ti era sembrato d'essere già su un viaggio di mille miglia. Quando sei sveglio, qualunque cosa ti sembri sai che è solo una corda, alla fin fine. Pure se ti sembra un serpente, un polipo, un grizzly.
Sai che, come diceva il Gatto ad Alice, ogni strada porta da qualche parte, se non ti fermi prima.
A tutti noi, per i viaggi di ogni giorno:

La brezza dell'alba ha segreti da dirti.
Non tornare a dormire.
Devi chiedere quello che davvero vuoi.
Non tornare a dormire.
C'e' gente che va avanti e indietro
attraverso le porte dove i due mondi si toccano.
La porta e' tonda e aperta.
Non tornare a dormire.

                                      Jalal-ud-Din Rumi

3 commenti:

Madama Dorè ha detto...

Bellissimo. La Via è ognumo di noi e si fa passo dopo passo. Buon cammino.

TuristadiMestiere ha detto...

mi piace mi piace mi piace. Non torniamo a dormire, la vita è adesso, mentre parliamo, mentre leggiamo, mentre scriviamo! E si continua a camminare, anche se la meta sembra lontana o la strada scompare sotto i piedi.

Lila ha detto...

@ Madama Dorè
si, una poesia magnifica. L'ho trovata prendendo spunto da una poesia di Rumi che avevi pubblicato sul tuo blog :)
Buon Viaggio!

@Turista di Mestiere
Cara Monica,lo so che ci crediamo davvero, io e te :) (e tante altre persone). La via è qui, anche se non la vediamo. L'importante è ricordarsi d'esser svegli :)