domenica, maggio 16

Tempi moderni


Ebbene lo sappiamo tutti, sono tempi duri. Si potrebbe già perdersi e chiedersi perchè sono tempi, e non "tempo". Ma nel fraseggio comune, si dice così, e così sia.

Pare, Lila sconcertata ha di nuovo spento la tv in questi giorni, che ci sia qualcuno che, mentre si progettano i soliti blocchi degli stipendi agli statali (ma lo sanno quelli quanto guadagnano certi 'statali'???) e si tassa a destra e a manca per far fronte alla crisi... pare dicevo che qualcuno si sia comprato una casetta, vista sul Colosseo (si sa, è l'antichità è fonte d'ispirazione) con i soldi dei contribuenti. Si, proprio quelli che di solito fanno fronte alle crisi, rimettendoci l'adeguamento all'inflazione;  nel caso della sanità, il cosi detto personale di comparto non può nemmeno fare un secondo lavoro per adeguarsi da solo, nemmeno se si apre la partita IVA e fa tutto regolarmente...pare.
Lila è poco aggiornata, magari le cose sono cambiate. Tuttavia il senso comune per i ricorsi (storici) mi fa osservare che qualche anno fa erano accadute vicende analoghe. Qualcuno, raccontavano, aveva piazzato la mammina in una casa a equocanone, o affitto bloccato o qualcosa del genere.. solo che la mammina non era la povera pensionata da cinquecentoeuroalmese, ovviamente. O di scandalo non si sarebbe parlato.

Tutti noi, popolo italiano, siamo con i telecomandi puntati, il volume al massimo e magari un paio di giornali aperti, quando si sussurrano certe cose. Stiamo qui a secernere bile sulle notizie riguardanti gli autisti delle auto blu... cui verrebbero concessi privilegi riguardo alle infrazioni, per esempio, come se avessero due patenti. Ebbene, se infrangono le regole mentre sono in servizio, di qualcuno sarà, la colpa! e se come è umano, l'attribuiscono ad altri, allora forse ci dovrebbero rimettere questi altri. Ma se la colpa è loro, all'ora infranta dai chilometri in eccesso che differenza fa?

Il popolo italiano è punto sul vivo su più questioni, in continuazione: sulle televisioni, su quanto Qualcuno da alla moglie per mantenere la sua villetta dopo il divorzio (dimenticando che quelli sarebbero affari di famiglia, e non di stato)...

E così via. Non mi sento in grado di disquisire oltre, e mi manca l'opinione del signor Filippo, che l'anno scorso se ne è andato fumando all'angolo di una strada. Persona sensibile e di mezzo tono, aveva sempre la capacità di farmi vedere il bicchiere... com'era. Non mezzo pieno, come voglio sempre io. Non mezzo vuoto, come dopo aver pagato le tasse  ;-)

Il punto, è un altro.
Il punto di vista di Lila, almeno.
E' che a guardar le pagliuzze, si direbbe in certi lessici ecclesiastici, ci scordiamo delle travi che abbiamo negli occhi. Dimentichiamo che, se è vero che chi ci governa dovrebbe essere il rappresentante del popolo,  forse ora il popolo ha qualche problema.

Mi spiego? Se ho bisogno di un favore, e so che Tizio conosce Caio, che è amico di Sempronio, probabilmente alle elezioni mi darò da fare perché Tizio venga eletto... Non voglio riferirmi a colori politici, qui. Ma solo a colori dell'anima!
Perché se il favore che mi serve è onesto, diciamo anche che nel mio progetto ci sia il benessere dell'umanità (per farla proprio in grande!) la catena di cui sopra sarebbe un nastro leggero e colorato, e forse non scriverei questo post.

Il mondo è uno specchio. Stanno comprovando, ne ho già scritto, la veridicità di certe affermazioni magiche. Quindi, alla domanda ricorrente che ci si pone in conversazione, ("se le cose vanno male che ce potemo fa'?") la risposta dovrebbe giungere da altri tempi, che secondo altre teorie, non sono poi così distanti da noi.

cito: "All'entrata del tempio c'era la scritta: "ΓΝΩΘΙ ΣΕΑΥΤΟΝ", "Conosci te stesso".
      Ti avverto, chiunque tu sia. Oh tu che desideri sondare gli arcani della Natura, se non riuscirai a trovare dentro te stesso ciò che cerchi non potrai trovarlo nemmeno fuori. Se ignori le meraviglie della tua casa, come pretendi di trovare altre meraviglie? In te si trova occulto il Tesoro degli Dei. Oh Uomo, conosci te stesso e conoscerai l’Universo e gli Dei"
Oracolo di Delfi

4 commenti:

Madama Dorè ha detto...

Come dice la canzone?
"ci vorrebbe un amico..."
o almeno un sindacato serio!
Per fortuna ci sarà il 2012...
Un abbraccio.

Lila ha detto...

Hai ragione, Madama Dorè,

ci sarà il 2012. Solo che, secondo questa teoria se dipende da quelo che pensa il popolo rischia di essere una schifezza! bisogna darsi un bel po' da fare.. iniziamo a sorridere di più, che già si cambia qualche vibrazione; come dice Lao Tzu: una strada di mille miglia, inizia con un solo passo.
Buona giornata :)

enne ha detto...

Dici che basta sorridere, Lila?
In effetti sarebbe già qualcosa, ma bisognerebbe avere qualche motivo, per sorridere.
:-|

Lila ha detto...

qualche motivo per sorridere, cara enne?
forse si.. ma anche no!
prima di leggere di certe cose, prima di avere la conferma fuori di una ipotesi o di una scoperta casuale, si dovrebbe provare su di sé, di solito.
Ebbene, capita anche a me di avere delle giornate (o dei mesi) buii e tristi. Dei giorni in cui mi sento 'na schifezza. Allora mi metto davanti allo specchio, e comincio a sorridermi. All'inizio sonno smorfie che peggiorano la situazione, alla fine capita anche di ridere, farmi simpatia e sorridermi.
Senz'altra ragione che essere lì.
L'ho fatto provare ad un mio amico, in un periodo difficile, ed anche lui confessa che funziona.
Chissà, provare.. anche a sorridere ad altri...