sabato, giugno 23

Lu'


Lu' è una bambina piccola così, come quella che ti immagini nella canzone; le prime volte che l'ho vista e l'ho tenuta in braccio, pensavo fosse più lieve di un papavero. Era così leggera, che quando mi si arrampicava addosso, o la facevo volare sopra le righe, mi pareva che fosse il mio foulard con le farfalle, ma con le farfalle che volavano via, sollevando il panno. Niente.

Lu', quando entravamo nel tempo, ripercorrendo nella storia delle sue ossa la via che l'ha portata ai reflussi che impediscono al corpo di trattenere il nutrimento, era la rondinella che imparava a volare sulle mie mani. Come un aereoplanino di carta: lo stesso peso, lo stesso volo da un punto all'altro ma alla fine, lo dovevi sempre riprendere in mano, perché si alzasse ancora.


Il tempo è passato, ritornando indietro attraverso piccole magie, attraverso racconti non detti di dolori nascosti e intollerabili, troppo grandi per occupare un corpo così piccolo, che forse s'è scansato da se stesso rinunciando a riempirsi di massa, nonostante occupasse lo spazio.

Lu' è stata tutta nel suo sorriso e negli occhi persi oltre quello che si vede; nei sussurri complici e nelle palline di carta nel naso; nei momenti in cui si lasciava molle come una foglia, e nei momenti in cui sentivi il fuscello farsi tronco, inebriato dal contatto con le radici che aveva perduto. Lo stomaco, in fondo, è connesso alla terra.

Riportando il corpo ad un momento prima di quello in cui ha deciso per questa leggerezza, incontaminata dal cibo che non si trattiene dentro, quando ci siamo salutate, ieri,  quasi non riuscivo a sollevarla.
Non è che Lu' sia cresciuta, è sempre più piccola di un papavero: è solo diventata più vera.

E forse, se la realtà è davvero uno specchio, anche io.

6 commenti:

Tiziana Bergantin ha detto...

Lu, piccola e fragile come piccoli e fragili possono essere i bimbi. Poi quando crescono ti meravigli per quanta forza hanno saputo regalarti.

Ti aspetto per "Continuare il viaggio" è arrivata la mail? Ciao cara.

Madama Dorè ha detto...

E'bello sentire che la piccola Lu acquista peso nella vita...è certo un risultato del tuo lavoro amorevole.
Grazie a nome di Lu a te e a tutti quelli che lavorano con passione. Un abbraccio.

Lila ha detto...

Ciao Tiziana, i bambini sono incredibili. Un universo in via d'organizzazione, si potrebbe dire. Un miracolo continuo!

Lila ha detto...

@ Madama Dorè
hai detto proprio bene. Permettimi il gioco di parole, e speriamo che non le resti solo l'impressione del peso della vita!
Buona settimana e un abbrAccio

albafucens ha detto...


è bellissima e tu l'hai descritta così meravigliosamente

un post che è poesia

un abbraccio e un sorriso

Lila ha detto...

@ albafucens
un abbraccio anche a te.
La poesia era tutta Lu', sono felice di averla resa :)