venerdì, novembre 28

Viaggiare




Mithlond

Forse questo è morire?

Viaggiare e nel viaggio

pian piano abbandonare

le parti (mai più necessarie)

pei luoghi trovati nei sogni

e percorsi nella Realtà.

Forse questo.

Forse un giorno spoglia

d’ogni lembo di questa veste,

prima d’un’altra soglia

ammonticchiata,

per un’ultima meta partirò.

Nuda.

Senza più tornare.

Vuota.

Senza più tazze da colmare.

Forse questo è morire?

Allor m’è dolce il cammino,

e del viaggio e dell’esperienza,

della gioia e del dolore

che poi dispaiono con l’uso,

ogni eco voglio sondare.

Ciascun passo compiere.

E intanto frantumarmi,

lasciarmi attorno.

Fino a non aver più nulla,

nell’esser tutto.

5 commenti:

Mobu e AL ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
Lila ha detto...

Non un tremito.
Non l'eco dell'ultimo passo.
Fermo sulla soglia,
da qualunque parte guardi,
solo un infinito silenzio.

Mobu e AL ha detto...

"La Porta di Metallo”



Il continuo
oscillare
tra un mondo e l’altro
ha stancato
il mio sguardo
che ubriaco
e vaneggiante
si adagiò
al suolo
al profilo
della porta di metallo.

Federico Distefano ha detto...

Ahò, io sò grezzo, che ddevo parlà 'n rima pur'io per lascià un commento?
:-)
Ciao ciao!

Mobu e AL ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.